Crollano alcuni metri di intonaco esterno di una palazzina di Milano che sono caduti sulla tettoia di un gommista. Fortunatamente all’interno dell’officina non c’erano persone e, dunque, non si registrano feriti. Diversamente da quanto riferito in un primo momento, non ci sarebbe stata alcuna fuga di gas. Gli inquirenti stanno indagando per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.

Milano, non è stata fuga di gas

L’incidente si sarebbe verificato intorno alle 17.30 di oggi. Immediato l’intervento dei carabinieri, del 118 e dei vigili del fuoco. Soccorso un 18enne che avrebbe inalato un po’ di polvere ma, fanno sapere, niente di grave.

Milano come Catania, palazzine crollate

Anche a Catania, proprio qualche giorno fa, è crollata un’intera palazzina di tre piani a causa di un’esplosione di una bombola di gas che ha causato la morte di un’anziana donna. Quattro i feriti di cui due gravi: tra questi anche una bimba di 10 mesi che adesso si trova in condizioni critiche (ma comunque in miglioramento) all’ospedale Garibaldi Nesima del capoluogo etneo dove è stata ricoverata nelle ore successive al crollo della palazzina. Secondo gli inquirenti, in questo caso, l’esplosione potrebbe essere stata voluta: per questo un uomo è stato indagato mentre la Procura della Repubblica di Catania ha aperto un fascicolo per disastro colposo.