Purtroppo non ce l’ha fatta Salvatore Giordano, il ragazzino di appena 14 anni che sabato 5 luglio è stato colpito dal crollo di alcuni calcinacci che si sono staccati dalla Galleria Umberto I di Napoli (leggi qui tutti i dettagli della news). La notizia è stata confermata dalla direzione sanitaria dell’Ospedale Loreto Mare dove Salvatore era ricoverato ormai da giorni, in stato di “coma profondo ariflessico”, nel reparto di rianimazione. I medici ne hanno dichiarato infatti la morte clinica.

Una morte assurda la sua, che si sarebbe potuta certamente evitare, e invece Salvatore ha ceduto alle gravissime ferite riportate nel crollo, che gli avevano provocato uno schiacciamento polmonare e un trauma cranico. Da giorni la sua attività cerebrale era pressoché assente e da quanto si apprende, non avrebbe superato un arrestato cardiaco improvviso.

Nel frattempo pubblici ministeri e carabinieri di Napoli stanno portando avanti le indagini per accertare le responsabilità su quanto accaduto.