A Mesoraca, nel Crotonese, una 18enne è morta folgorata mentre faceva il bagno: secondo le prime informazioni trapelate, a causare la tragedia sarebbe stata una “ciabatta” a cui era stato collegato il suo smartphone. Essendo scarico, la giovane aveva pensato di farlo ricaricare collegandolo alla ciabatta che, però, durante la doccia, è caduta nell’acqua, folgorandola e causando subito il suo decesso.

Crotone, papà vittima denunciato per furto di energia elettrica

Non avrebbe funzionato nemmeno il “salvavita” poiché, stando alle prime risultanze investigative, la famiglia si sarebbe collegata alla rete elettrica bypassando il contatore. Per questo motivo il padre della giovane è stato denunciato per furto di energia elettrica.

Crotone, vittima aveva in mano uno smartphone

Per la 18enne – che si trovava in vasca con in mano il suo smartphone – non c’è stato niente da fare. All’arrivo dei soccorsi è stato constatato il suo decesso.

La salma, poi, è stata portata nell’obitorio dell’ospedale di Crotone in attesa che venga eseguita l’autopsia, così come richiesto dal pm per far luce sull’accaduto e soprattutto sulla causa del decesso. Considerato il tragico fatto, intanto, i carabinieri intervenuti sul posto hanno attivato una particolare procedura affinché l’Enel non interrompa subito la fornitura di energia elettrica (visto che è stato contestato il reato di furto di energia elettrica, ndr).