Una dottoressa è stata aggredita e ferita davanti all’ospedale civile “San Giovanni di Dio” di Crotone. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, sarebbe stata colpita al collo con un cacciavite. A salvarla è stato un ambulante extracomunitario che ha scongiurato conseguenze ben più gravi. Il medico stava lasciando il presidio al termine del turno di lavoro quando è stata aggredita.

Il motivo? Sembrerebbe che l’aggressore accusasse la dottoressa per la morte di una parente. Ora l’uomo è stato bloccato dalla polizia e si trova presso la Questura di Crotone.

La dottoressa, ricoverata in codice rosso, non sarebbe in pericolo di vita.

Il caso della dottoressa stuprata a Catania

Ricorderete, tra l’altro, di un’altra dottoressa aggredita mentre svolgeva il proprio servizio: parliamo di Serafina Strano che è stata violentata in una guardia medica nel Catanese. Ore di terrore per una donna che, solo col passare dei mesi, ha trovato la forza per denunciare tutto pubblicamente, mettendoci anche la faccia. Un orrore che, purtroppo, non potrà più dimenticare al punto che non è mai più tornata a fare il lavoro di prima. Violentata per ore da un giovane paziente del paese in cui lavorava.