È normale che i cuccioli di cane si divertano involontariamente a fare piccoli dispetti ai padroni, come spostare oggetti da una parte all’altra, rubare del cibo o mordicchiare qualsiasi cosa capiti loro a tiro. A Pechino un uomo ha, però, reagito in maniera veramente crudele ad un gesto del genere, tanto da essere sul punto di uccidere il suo cagnolino.

Tuffy, un piccolo cucciolo meticcio di cane, ha commesso l’errore imperdonabile di mordicchiare lo smartphone del padrone tanto che l’uomo, accecato dall’ira, ha bollito vivo il piccolo di appena sei settimane di vita, gettandolo successivamente dalla finestra del suo palazzo. L’animale ha così fatto un volo di ben quattro piani ma, incredibilmente, è riuscito a sopravvivere. Yan Yingying, un designer di trent’anni, ha notato il cucciolo in fin di vita, ormai privo di sensi, e lo ha raccolto per prestargli le cure mediche necessarie. Grazie all’intervento immediato dei veterinari Tuffy è scampato miracolosamente alla morte e, dopo un complesso trapianto di pelle, ha recuperato lentamente e adesso è tornato ad essere quello di volta, in barba a quel padrone crudele a cui d’ora in poi non dovrebbe essere dato in custodia nessun tipo di animale.