Licenziata per essere stata troppo generosa. È quello che è successo a Della Curry, cuoca del refettorio della Dakota Valley Elementary School di Aurora nel Colorado, espulsa dal lavoro solo per aver dato da mangiare a studenti che non avevano abbastanza soldi da poterselo permettere. In un’intervista rilasciata per la sezione della Cbs di Denver, la donna ha dichiarato che tutti gli studenti che non possono usufruire dei pasti gratuitamente o ad un prezzo ridotto, hanno diritto ad un solo pezzo di formaggio su un hamburger e ad una confezione piccola di latte. Infastidita da questa prassi la Curry, così, ha cominciato a pagare da sè i pasti dei bambini più sfortunati:

“Lo so che ho infranto una legge, ma è una legge ingiusta”.

Purtroppo è il regolamento generale ad avere delle falle: per avere i buoni pasti gratuiti una famiglia di quattro persone dovrebbe avere un reddito annuale di 31 mila dollari, mentre per la riduzione il reddito sale a 45 mila dollari annui. La cuoca ha, però, affermato che molti bambini, pur non rientrando in questi canoni, comunque non possono permettersi un pasto completo:

“Erano bambini i cui genitori hanno abbastanza soldi da non rientrare negli ausili pubblici, ma spesso non hanno abbastanza soldi per mangiare“.

Nonostante il gesto generoso, intanto la donna ha perso il lavoro, ma spera almeno che questo potrà influire su un cambiamento del regolamento del distretto scolastico:

“Se essere licenziata significa poter cambiare questo regolamento ingiusto, non ci sarebbe nessun problema per me accettare il licenziamento“.