Indemoniati in aumento a Milano. Che sia colpa della crisi o no non è dato stabilirlo. Di certo c’è che nella capitale della moda e degli affari i casi di possessione sono in crescita. Possessioni per lo più presunte, confermano gli esperti del settore, visto che in molti casi si tratta solo di problematiche connesse a malattie o a forti stress. Tra vedere e non vedere, comunque, la Curia di Milano ha deciso di prendere l’allarme sul serio e ha raddoppiato, da 6 a 12, il numero dei preti esorcisti pronti a intervenire, con tanto di orari di “apertura al pubblico”. La chiesa meneghina ha anche aperto un centralino per le emergenze e i consulti, attivo dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 17. Per chi ne avesse bisogno il numero è 02.8556457.

“Dalle domande che arrivano l’esigenza è anche raddoppiata. Giungono molte richieste di nomi, indirizzi e numeri di telefono” ha spiegato monsignor Angelo Mascheroni, responsabile del Collegio esorcisti dal 1995, presentando l’iniziativa sul sito della Diocesi milanese. Anche se, conferma,”i fenomeni davvero diabolici, almeno secondo la mia esperienza, sono molto rari”.

Ma al tema, la Chiesa ha sempre mostrato attenzione, tanto che solo alcuni mesi fa Tv2000, la televisione della Conferenza episcopale italiana, ha lanciato il programma “Vade retro”, a metà strada tra reality e inchiesta, che ogni settimana racconta storie di sette, movimenti pseudoreligiosi e satanismo con storie, testimonianze e fatti di cronaca legati all’occulto e all’esoterismo. E su Internet, come si può facilmente immaginare, c’è da sbizzarrirsi: dalle definizioni alle preghiere di liberazione, alle testimonianze e ai video su YouTube che mostrano esorcismi, come quelli realizzati dal più famoso prete esorcista d’Italia, padre Amorth.