Un uomo cinese da cinque mesi mantiene il corpo della moglie in una bara frigorifera, deciso a non separarsi dall’amata, deceduta a causa di una malattia incurabile. Una promessa fatta sul letto di morte, un patto che il premuroso marito intende difendere nonostante i divieti previsti dalla legge.

Jiang Maode, un uomo di 53 anni di Tian Yuan, non vuole separarsi dal corpo dell’amata Yang Huiging. Scomparsa a causa di una forma aggressiva di leucemia, il marito avrebbe promesso sul letto di morte di mantenere le sue spoglie all’interno della casa coniugale. Così, da cinque mesi a questa parte, il corpo esanime è conservato in una bara frigorifera, circondata da fiori, incensi, candele e un piccolo altare di preghiera. «Le ho promesso di tenerla a casa» – ribadisce alle testate locali – «quando giungo qui le parlo per oltre un’ora, le racconto tutto quello che è successo durante la giornata». Sebbene il devoto coniuge abbia manifestato l’intenzione di custodire l’amata al suo fianco per il resto dei suoi giorni, le autorità potrebbero presto intervenire. La polizia locale, infatti, ha avviato un’indagine: per legge, i defunti possono essere conservati nella loro abitazione per un massimo di cinque giorni prima della celebrazioni funerarie.

Fonte: Metro