Si terranno mercoledì i funerali di Dario Ambriamonte e Giorgio Grammatico, i due vigili del fuoco che hanno perso la vita nell’esplosione del piano terra di una palazzina di via Garibaldi a Catania. Una tragedia in cui sono morti non solo i due vigili del fuoco ma anche l’inquilino dell’immobile, un anziano di 75 anni che è stato trovato carbonizzato (e che forse ha deciso di togliersi la vita). Gli altri due pompieri intervenuti, invece, sono rimasti feriti e, adesso, sono ricoverati in ospedale: non sono in pericolo di vita.

Intanto il sindaco di Catania Enzo Bianco ha proclamato una giornata di lutto cittadino in concomitanza coi funerali delle vittime dell’esplosione di via Garibaldi. L’ultimo saluto al vigile catanese, Dario Ambriamonte, sarà mercoledì prossimo in Cattedrale mentre i funerali di Giorgio Grammatico si terranno, sempre mercoledì, nel Santuario della Madonna di Trapani.

Il sindaco Bianco, dopo aver parlato con i familiari di Dario Ambiamonte, ha dato disposizioni affinché la salma venga tumulata nel sacrario delle vittime del dovere nel Cimitero Monumentale di Catania, accanto al carabiniere Horacio Majorana, poiché anche Dario è caduto nell’adempimento del proprio dovere.
Un fatto, quello dell’esplosione del piano terra di una palazzina di Catania, che ha sconvolto tutta l’Italia.