Domani, alle ore 19, si voterà per la decadenza da Senatore di Silvio Berlusconi. Anche se all’orizzonte sembrano esserci tante, tante nubi. Il tutto, infatti, potrebbe slittare. E a dirlo sono esponenti non solo di Forza Italia, ma anche del Partito Democratico e dell’Udc.

Questa mattina, le prime dichiarazioni sono state del deputato Pd Francesco Boccia, che a Mix24 di Giovanni Minoli, su Radio 24, ha detto: “Se fosse così mi aspetto una revisione del processo come per qualsiasi altro cittadino – le sue parole – in un paese normale si sarebbe aspettata la delibera della Corte sull’interpretazione della legge Severino”.

In mattinata Berlusconi aveva annunciato che non ci saranno passi indietro; dall’alto della sua posizione Pier Ferdinando Casini, leader dell’Udc, ha ribadito: “Se ci sono nuovi sviluppi, la decisione va rimandata”.