Sembrava che i falchi del Pdl fossero stati messi in un angolo, dopo che Silvio Berlusconi aveva assicurato che il sostegno al governo Letta sarebbe continuato anche in caso di sua decadenza da senatore. Il Cavaliere lo aveva dichiarato pochi giorni fa, durante l’inaugurazione della sede della nuova Forza Italia.

Ma ecco tornare di colpo l’ipotesi della crisi di governo, da attuare con le dimissioni in massa di ministri e parlamentari subito dopo il voto di decadenza. E’ quanto diverse voci stanno diffondendo nelle ultime ore, dopo due lunghissime riunioni dei maggiorenti del partito, nella nottata del 24 settembre e il 25 a pranzo col leader (foto by InfoPhoto). Ancora in serata l’idea dovrebbe venire portata avanti nella riunione dei gruppi parlamentari, a cui è previsto che partecipi lo stesso Berlusconi.

Vita dura per le colombe del Pdl. E per la stabilità del Paese.