In Senato si prospetta una giornata lunga e complicata: nell’attesa del voto sulla decadenza di Berlusconi (previsto intorno alle ore 20, ma che potrebbe essere anticipato anche alle 17), mentre il Cavaliere organizza il suo comizio in piazza, davanti a Palazzo Grazioli, alle 16:30 di questo pomeriggio, a Palazzo Madama si è aperta la lunga maratona che deciderà le sorti politiche dell’ex-premier.

La prima richiesta di Forza Italia proviene dalla senatrice Elisabetta Alberti Casellati che si pronuncia in favore del voto segreto appellandosi a un precedente del 2009, quando l’attuale capogruppo del Pd, Luigi Zanda, lo propose per il caso del senatore Di Girolamo. Schifani conviene con la richiesta degli ex-compagni di partito, ma il presidente Grasso taglia corta opponendosi all’istanza del centrodestra: “La Giunta per il Regolamento del Senato - dice – il 30/10 ha stabilito che per casi di non convalida dell’ elezione il voto fosse palese perché a tutela della composizione del plenum e non sulla persona. Non ci sono novità per riaprire ora il dibattito.

(Foto by InfoPhoto)