Il 4 ottobre è il giorno in cui la Giunta delle elezioni al Senato discuterà e voterà nuovamente sulla decadenza di Silvio Berlusconi dalla carica parlamentare, in conseguenza della legge Severino e della condanna per frode fiscale.

La seduta pubblica della Giunta si apre alle 9.30. Non parteciperà il Cavaliere  (foto by InfoPhoto), che ha delegato i propri legali. Berlusconi ha detto ai cronisti dopo una riunione serale del 3 ottobre con i suoi: “Non sarò in Giunta. Abbiamo inviato una memoria dove diciamo che non possiamo giudicare questi giudici come imparziali, perché hanno espresso pubblicamente la loro opinione. Abbiamo fatto ricorso alla Corte europea. La sentenza è frutto di un ben architettato progetto per eliminare il leader del centrodestra. Sono sicuro che otterò la revisione del processo e l’annullamento della sentenza dalla Corte europea. Si tratta di una sentenza politica senza alcun fondamento sulla realtà“.

La Giunta vedrà una relazione introduttiva da parte del presidente Dario Stefàno. Dopo gli interventi delle parti, i membri si riuniranno in camera di consiglio. Il regolamento prevede che la decisione arrivi subito o, in casi eccezionali, entro 48 ore. Successivamente gli atti verranno trasmessi al presidente del Senato. L’Aula dovrà poi riunirsi per esprimersi definitivamente sulla decadenza, attraverso il voto segreto.