Il Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile (DESS) 2005-2014 è una grande campagna lanciata dalle Nazioni Unite per sensibilizzare governi e società civili di tutto il mondo verso la necessità di un futuro più equo ed armonioso, rispettoso del prossimo e delle risorse del pianeta. La campagna vuole altresì valorizzare il ruolo dell’educazione, e più in generale degli strumenti di ‘apprendimento’ (istruzione scolastica, campagne informative, formazione professionale, attività del tempo libero, messaggi dei media) nella diffusione di valori e competenze orientati a uno sviluppo sostenibile, uno sviluppo cioè di cui possano beneficiare tutte le popolazioni del pianeta, presenti e future, e in cui le tutele di natura sociale, quali la lotta alla povertà, il rispetto i diritti umani e la tutela della salute possano integrarsi con le esigenze di conservazione delle risorse naturali trovando sostegno reciproco.

In tale contesto l’educazione va dunque intesa in senso ampio, come istruzione, formazione, informazione e sensibilizzazione, dall’educazione scolastica alle campagne informative, dalla formazione professionale alle attività del tempo libero, dai messaggi prodotti dai media a quelli più in generale del mondo artistico e culturale. L’educazione alla sostenibilità non è infatti volta a fornire risposte puntuali a problemi specifici, quanto piuttosto a stimolare il pensiero critico, il senso d’incertezza e del limite riferito agli effetti del nostro agire quotidiano, indurre il senso di collettività e responsabilità nei confronti del mondo in cui viviamo.

La scelta di dedicare un decennio internazionale all’educazione sostenibile trova origine nel Vertice Mondiale sullo Sviluppo Sostenibile tenutosi a Johannesburg nel 2002. Da allora l’UNESCO, come indicato nel documento guida internazionale, pone l’accento sull’importanza di attivare partenariati a tutti i livelli e chiama alla collaborazione tutti i soggetti interessati, istituzionali e non, sottolineando in particolare il ruolo delle rappresentanze della società civile, del settore privato, dei media e delle istituzioni deputate alla ricerca.

La Settimana DESS Unesco, incentrata ogni anno su una differente sfumatura del tema, si inquadra nel più ampio progetto decennale coordinato dall’UNESCO e viene indetta allo scopo di diffondere valori, conoscenze e stili di vita orientati al rispetto del bene comune e delle risorse del pianeta. Ogni anno, per una settimana, enti, scuole e organizzazioni interessate ai temi della sostenibilità, sono invitati a partecipare organizzando iniziative specifiche sul tema scelto. Le precedenti edizioni della Settimana di Educazione allo Sviluppo Sostenibile sono state dedicate ai temi dell’Energia (2006); dei Cambiamenti Climatici (2007); della Riduzione e Riciclaggio dei Rifiuti (2008); della Città e Cittadinanza (2009); della Mobilità Sostenibile (2010); dell’Acqua (2011) e dell’Alimentazione, agricoltura ed ecosistemi (2012); mentre per il 2013 il focus è stato “I Paesaggi della Bellezza: dalla valorizzazione alla creatività”.