La Camera dei deputati ha dato il via libera definitivo al decreto salva banche, grazie al quale lo Stato mette a disposizione una cifra di circa venti miliardi di euro per supportare gli istituti bancari che hanno carenza di liquidità oppure che stanno affrontando problemi di ricapitalizzazione. Tra questi soprattutto la banca Monte Dei Paschi di Siena.

Il decreto salva banche è stato approvato grazie al voto favorevole di 246 deputati. In 147 hanno invece votato no mentre in 22 si sono astenuti.

Secondo il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, l’approvazione di tale decreto rappresenterebbe un decisivo passo avanti per poter garantire maggiore sicurezza economica sia a famiglie sia ad imprese:

Non sembra invece pensarla allo stesso modo il capogruppo di Forza Italia Renato Brunetta, secondo cui sarebbero stati gettati venti miliardi di euro che appartengono agli Italiani non per salvare le banche bensì un sistema bancario. Polemiche sono sorte, in parlamento, soprattutto a casa del compromesso sulla black list, ossia una lista di debitori delle banche in crisi di cui saranno resi noti i profili di rischio.