Stanno facendo il giro della rete le foto che immortalano alcuni turisti tuffarsi in Canal Grande dal Ponte di Calatrava, a Piazzale Roma (Venezia). Nel filmato si vedono quattro ragazzi che, alle 6 del mattino, dopo essersi spogliati, si buttano in acqua da un’altezza di 10 metri. Immediato sia l’intervento dei vigili che li hanno identificati (e poi denunciati) che del sindaco di Venezia che vorrebbe per i giovani una “punizione esemplare”.

Venezia, ragazzi sotto effetto di alcol

Stando ad una prima ricostruzione, i turisti sarebbero stati sotto effetto di alcol e, così presi dall’euforia, come fosse un’impresa sportiva, si sono lanciati nel Canal Grande. “Ancora una volta la nostra città è utilizzata come una piscina in modo incosciente e pericoloso” scrive un utente. “Possibile che, con tutte le forze di polizia che circolano a Venezia, non ve ne sia una in zona che si accorga di questo degrado?” scrive un altro.

Venezia, il sindaco interviene su Twitter

Su Twitter il sindaco di Venezia Brugnaro ha scritto: “Aspettiamo tutti i dati di questi ‘eroi’ per una punizione, la più esemplare possibile! E sarà tutto pubblico”. E poi, rivolgendosi al Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, ha aggiunto: “Approvate la nostra proposta per i poteri penali al Giudice di Pace. Li teniamo noi in cella per una notte!“.