E’ stato trasferito in un ospedale privato convenzionato con l’esercito a Al Hayat, al sud di Beirut, Marcello Dell’Utri, arrestato lo scorso sabato dopo alcuni giorni di latitanza.

L’ex-senatore di Forza Italia non sarebbe, quindi, nelle condizioni di rimanere in un luogo di detenzione per via delle sue condizioni di salute: in passato, infatti, è stato sottoposto a diversi interventi chirurgici al cuore e lo specialista che l’ha visitato conferma la sua necessità di avere un monitoraggio continuo.

La decisione è stata presa solo per “ragioni umanitarie” che nulla hanno a che vedere con la procedura di estradizione richiesta dall’Italia, precisa l’avvocato libanese dell’ex parlamentare, Nasser Al Khalil, aggiungendo che non vi sono novità sul piano giudiziario: “Che io sappia, la richiesta documentata di estradizione non è ancora arrivata dall’Italia“, aggiunge il legale (qui gli ultimi aggiornamenti sulla vicenda).