La Corte d’appello di Palermo ha firmato il decreto di latitanza per l’ex Senatore Marcello Dell’Utri ricercato da più di 48 ore dagli agenti della polizia con l’ordine di arresto cautelare.

Poche ore fa l’uomo si è fatto vivo con una nota: “Tengo a precisare che non intendo sottrarmi al risultato processuale della prossima sentenza della Corte di Cassazione; e che trovandomi in condizioni di salute precaria – per cui tra l’altro ho subito qualche settimana fa un intervento di angioplastica – sto effettuando ulteriori esami e controlli“.

Quindi ha aggiunto: “Apprendo della aberrante richiesta di preventiva custodia cautelare mentre mi trovo già all’estero per il periodo di cura e riposo. Rimango tuttavia in attesa fiduciosa del risultato che esprimerà la Massima Corte che ha già rilevato incongruenze e fumus nella prima sentenza di appello, annullandola conseguentemente“. “Mi auguro - conclude - quindi che un processo ventennale, per il quale ritengo di avere già scontato una grave pena, si possa concludere definitivamente e positivamente“.

(Foto by InfoPhoto)