Il fattaccio è avvenuto nella zona del comprensorio di Diano Marina, piccolo comune ligure in provincia di Imperia. Un dipendente dell’Ata, l’azienda savonese interessata nel servizio di raccolta dei rifiuti della zona, è stato “beccato” in flagrante mentre rubava della benzina alla stessa azienda.

L’uomo di 40 anni, originario di Ortovero, comune nella provincia di Savona, era seguito già da tempo, grazie alle segnalazioni di alcuni suoi colleghi che si erano insospettiti. Questi si erano infatti accorti che sempre più sovente i loro automezzi si trovavano senza carburante. I carabinieri hanno così approfondito le indagini e si sono appostati per seguire l’uomo che rubava la benzina a Diano Marina.

L’uomo, di cui sono state rilasciate soltanto le iniziali, S.A., sottraeva illegalmente benzina dai mezzi dell’Ata, la compagnia per cui lavorava. Lavorava al passato, visto che, dopo la scoperta da parte dei carabinieri, è stato licenziato. L’ex dipendente dell’azienda di raccolta rifiuti del comprensorio di Diano Marina dovrà ora inoltre rispondere per le accuse di peculato e di furto aggravato. L’uomo, dopo che svuotava i serbatoi dei mezzi, sembra che poi rivendesse la benzina.

Non sono bastati i tentativi di mediazione da parte dei sindacati, che hanno cercato di evitare il provvedimento nei confronti dell’uomo che però inevitabilmente, dopo essere stato sospeso dal lavoro, è stato licenziato.