In cima c’è sempre lui, Silvio Berlusconi, che però questa volta è molto più povero. Ma c’è anche chi, come il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, nel 2013 ha dichiarato 105.186 euro, una Matiz del 1999 e una Panda del 2005. Il reddito dell’ex Cavaliere è sceso da 30 a 4,5 milioni.

LA CLASSIFICA
Silvio Berlusconi (FI), 4,5 milioni di euro
Karl Zeller (capogruppo Svp-Per le Autonomie) 383.826 euro
Maurizio Lupi (Ministro dei Trasporti) circa 282mila euro
Dario Franceschini (Ministro della Cultura) 201mila euro circa
Lorenzo Dellai (PD), 193mila euro
Andrea Romano (Scelta civica), 186.095 euro
Renato Brunetta (Capogruppo alla Camera per Forza Italia) 178mila euro
Umberto Bossi, 172mila euro
Luigi Zanda (Pd), 142.873 euro
Giancarlo Giorgetti (Lega), 133.907 euro
Pino Pisicchio (gruppo Misto), 129.758 euro
Stefania Giannini (Segretaria di Scelta Civica e ministra dell’istruzione), 117,671
Roberta Pinotti (Ministra della Difesa) circa 110mila euro
Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia), 106.944 euro
Massimo Bitonci (Lega), 106.774 euro
Angelino Alfano (105.000 euro circa)
Maurizio Sacconi (Ncd), 104.976 euro
Maurizio Martina (Ministro dell’Agricoltura) 102mila euro circa
Paolo Romani (Fi), 101.003 euro
Nunzia De Girolamo (Ncd), 98.471 euro
Beatrice Lorenzin (Ministro della salute) 98mila euro
Marianna Madia (Ministro della Pubblica Amministrazione) 98mila euro
Graziano Derio (Segretario alla Presidenza del Consiglio) 97mila euro
Pierferdinando Casini (Leader dell’UDC) 86.713,00 euro
Gianluca Galletti (Ministro dell’Ambiente) 81mila euro
Lucio Romano (Per l’Italia), 71.992 euro
Mario Ferrara (Gal), 46.945 euro
Roberto Speranza (Pd), 35.895 euro
Loredana De Petris (Misto-Sel), 25.174 euro
Gianluca Susta (Sc), 21.038 euro
Gennaro Migliore (Sel), 20.124 euro
Maurizio Buccarella (M5S), 8.024 euro