Aveva comprato pochi Bitcoin nel lontano 2009, per completare la sua tesi di laurea sulla crittografia informatica. Sei anni dopo, quella spesa di 27 dollari ne vale già 800.000. È la sorpresa inaspettata ricevuta da un giovane norvegese, il quale aveva dimenticato l’acquisto fatto qualche anno fa.

Kritoffer Kock, un giovane di Oslo, nel 2009 aveva speso circa 27 dollari per l’acquisto di pochi bitcoin, così da poter portare a termine la propria tesi. Si è poi dimenticato della loro esistenza, fino in tempi recenti, quando la valuta virtuale è salita agli onori della cronaca, tra polemiche e altre critiche. Così, dopo aver recuperato la password del suo portafoglio virtuale, la scoperta: sul suo conto ben 5.000 bitcoin, pari a oltre 800.000 dollari. Difficile, tuttavia, utilizzare tutto quel denaro nel mondo reale: così come riporta Metro, il giovane ha avuto successo nell’utilizzare parte di quella moneta virtuale per l’acquisto di una casa nei pressi di Toyen, ma rimangono poche le attività che accettano questa forma di pagamento. Sempre Metro spiega come nel Regno Unito esistano alcuni pub che accettano pagamenti in Bitcoin, mentre in Canada è stato aperto il primo bancomat a tema.

Fonte: Metro