Dimentica di riconsegnare una videocassetta al videonoleggio, viene arrestata 10 anni dopo. Succede a Pickens County, negli Stati Uniti, dove una giovane di ventisette anni si è trovata gli agenti davanti alla porta di casa, con un mandato d’arresto nei suoi confronti. Sembra che la ragazza abbia dovuto passare una notte in carcere, in attesa di essere ascoltata dalle autorità la mattina successiva. La vicenda è apparsa sulla cronaca locale lo scorso anno, ma negli ultimi giorni è diventata nuovamente virale in Rete.

Il fatto sarebbe accaduto 10 anni fa, nel 2005, quando l’allora diciasettenne Kayla sembra abbia noleggiato una videocassetta da un negozio locale, oggi chiuso. A quanto pare, la giovane si sarebbe dimenticata di riconsegnare il nastro e, così, a distanza di due lustri la polizia ha bussato alla sua porta. Fermata per l’infrazione, la ragazza pare sia dovuta rimanere una notte intera in carcere, in attesa dell’interrogatorio il giorno seguente. La vicenda ha generato fitte polemiche negli Stati Uniti: molti utenti, anche tramite social network, hanno accusato le amministrazioni locali di aver sprecato denaro pubblico per un’infrazione minore, risolvibile con il semplice pagamento di una multa.

Fonti: Wyff4, Metro