Non capita di rado, durante un lungo viaggio in auto, di incombere in piccoli intoppi e dimenticanze. Lo smartphone lasciato sul tettuccio della vettura dopo la sosta, il portafoglio sul tavolo del ristorante in cui si è pranzato, un bagaglio perso chi sa dove. Ma pare vi sia chi è riuscito a dimenticarsi la moglie in autostrada, accorgendosene solo dopo 100 chilometri.

Il tutto è accaduto a un turista brasiliano, identificato solo con il nome Walter, il quale pare abbia dimenticato la moglie Claudia in una stazione di servizio. Dopo essere sceso dell’auto per la rituale pausa da lungo viaggio, è tornato nell’abitacolo accompagnato dal figlio quattordicenne. I due, tuttavia, si sarebbero accorti solo dopo 100 chilometri di non aver atteso il ritorno della moglie in auto. La donna pare si fosse addormentata sul sedile posteriore durante la parte precedente del tragitto, facendo così dimenticare a figlio e compagno la sua presenza. Inutili le telefonate al cellulare dell’uomo: sembra che il quattordicenne fosse troppo preso da videogiochi e musica, mentre il padre non avrebbe sentito il telefono. Alla povera moglie abbandonata non è rimasto altro che chiamare la polizia di Paso Fundo, per poi recuperare il distratto sposo. «Era furiosissima – spiegano gli agenti – non poteva capacitarsi della distrazione del marito».

Fonte: ADNKronos