Oggi esplorerò con questo articolo sentieri pericolosi. Mi affaccerò su un mondo che non mi appartiene, un pianeta che noi donne non riusciremo mai a scoprire fino in fondo, un luogo oscuro e pieno di ombre. Oggi parliamo di uomini. E più precisamente della classificazione di questa specie in base al loro stile (foto by InfoPhoto).

E’ sorprendente quanto il look di un uomo possa influenzarne il carattere. Ovviamente a volte l’abbigliamento di un uomo è condizionato dal lavoro che fa, quindi come riferimento temporale prenderemo il tempo libero.

L’IMITATORE: E’ colui che guarda molta televisione, copiando e imitando look di tronisti, o calciatori. Dopo l’europeo era facile notarli, le creste alla Balotelli ploriferavano. Solitamente questi soggetti non hanno una grande personalità, aspettano il mondiale per cambiare taglio di capelli.

IL TIPO ” CE L’HO SOLO IO” : Solitamente parecchio palestrato. E’ quello che al suo passaggio lascia una scia di profumo maschile che nemmeno L’ Air wick potrebbe sovrastarne la fragranza.
Camicia sbottonata fino al petto, jeans aderentissimi, rosario appeso al collo, un quintale di gel effetto lucido tra i capelli oppure direttamente rasato. Chewing gum masticato in modo ossessivo perché teoricamente noi donne dovremmo trovare in quel ruminare qualcosa sensuale!
Se siete invitate a cena portatevi più denaro del solito, potresti ritrovarvi a smezzare la quota.

IL CONVINTO: E’ una delle categorie apparentemente più difficile da inquadrare perché è abbastanza promiscua, non dipende dal mestiere. Anche se credo che in maggioranza si trovino in mezzo a professionisti come medici, avvocati, architetti.
Non spicca per bellezza, usa altre tattiche per ammaliare una donna. E’ quello che vi farà notare dopo i primi 10 minuti di possedere una Porsche e di mangiare ogni giorno sushi nel ristorane più figo della città. Dopo un’ora avrete chiaro il suo sette e trenta. Spesso portano il capello lungo, stile prima comunione, niente barba, pantaloni o jeans a sigaretta fino alla caviglia in modo tale che si vedano i calzini e mocassino nelle stagioni più soleggiate. Lo riconoscete perché anche in spiaggia lui ci va così, e arriva per l’ora dell’aperitivo prima non si fa vedere.
Purtroppo questi tipi riscuotono abbastanza successo tra le donne, sono abili ammaliatori grazie ai loro quattrini, e non solo, tante volte non si concentrano nemmeno su una sola donna. Sono viziosi.
Fossi single il mio passatempo sarebbe prenderli per il sedere, facendo giustizia a tutte quelle donne tradite. Quanto mi divertirei, anche se sarebbe difficile non scoppiare a ridere di fronte ai pantaloni a sigaretta e calzini in bella vista, mi ricorderebbero troppo Steve Urkel di Otto sotto un tetto.

L’ALTERNATIVO: Facilissimo riconoscerli. Barba incolta, capelli lunghi, look trasandato, pantaloni larghi, che cammina trascinando con sé la sua chitarra. Il dettaglio può essere una collana, o un bracciale con il tipico ciondolo a forma di foglia di marihuana e pierceng al naso.
Persone molto introverse, parlano sempre a voce bassa, non so perché, non l’ho mai capito, forse per non destabilizzare il loro Io interiore. Spesso si professano atei o buddisti. Il loro motto è: “Hasta la victoria sempre” e poi: ” Cartine Rizla lunghe per favore”.
Non è male farci conversazione per 10 minuti, hanno una mente molto acuta e interessante. Se volete farci qualcosa però offritegli prima una mentina.

IL BELLO E DANNATO: Ecco è lui. La mia categoria preferita. Il top.In realtà non importa che sia bello, ma che sia affascinante. Il suo look è casual, di tendenza, adeguato alla situazione. Un finto non curante dello stile. Punta tutto sui suoi occhioni seducenti e il suo sorriso perfetto da pubblicità della Mentadent. Fisico asciutto, definito. Spesso è uno sportivo o per piacere o di professione. Se ricco e benestante potrebbe nascondervelo all’inizio e potrebbe venirvi a prendere con una vecchia utilitaria giusto per testarvi. E’ un uomo molto pretenzioso. Se lo trovate tenetevelo stretto. Attente solo a una cosa, essendo circondato di donne, potrebbe cedere a qualche tentazione, tornerà all’ovile ma è sempre meglio non abbassare la guardia.

IL POETA: “Oggi il sole splende, i suoi raggi inebriano la mia anima e mi ricordano i tuoi capelli di seta” Questo sarà ciò che dirà il tipo-Poeta dopo avervi incontrato per la prima volta. Al rifiuto di un appuntamento: “Oh no,no donzella dal cuore lacerato di infamia altrui, non lesinare, non buttare via un occasione di felicità… Eterea è la tua immagine impressa nei miei pensieri puri come acqua di sorgente, e tu sovvieni a me candida creatura ecc…” Vi giuro che esistono! Ho testimonianze di sopravvissute. Comunque nel caso, prima o poi si stancherà, tranquille è solo questione di tempo.

IL PINGUINO: A me questa tipologia fa sorridere molto e mi lascia a volte davvero allibita. Sono quegli uomini che per uscire di casa ci mettono 3 ore per prepararsi, battendo tutti i record possibili di noi donne. Il loro look è impeccabile, ma fin troppo. Sono quelli che hanno il bracciale e gli anelli coordinati con il colore della giacca che indossano, sono quelli che si specchiano a ogni vetrina, che ostentano qualsiasi cosa. Stucchevoli. Sopracciglie ad ali di gabbiano sempre perfette, barba sempre curata al millimetro. Sono quelli che ci danno dentro con le selfie peggio delle Fashion Blogger. Le loro fidanzate quasi sempre pesano come un gambo di sedano e se poco poco mettono su un etto glielo fanno subito notare. Una vita fatta di parvenza e poca sostanza. Per me assolutamente bocciati. L’uomo deve fare l’uomo. Ci deve essere sempre un equilibrio nelle cose. Rilassatevi.

Bene, dopo questa classifica, mi preparo ad essere linciata da voi maschietti che leggerete questo post. Ma in fondo, è solo il mio parere puro e innocente, magari ho torto su tutto, oppure no… Lascio a voi posteri l’ardua sentenza.