Per diverso tempo ha speso il suo stipendio per l’acquisto di intimo firmato, arrivando a comprare 365 paia di mutande l’anno. È la testimonianza di un giovane ragazzo inglese che, dalle pagine della stampa britannica, spiega di aver sofferto di una sorta di dipendenza da boxer. Ammonterebbe a 2.000 sterline il budget dedicato ogni anno all’acquisto di biancheria.

Ha 26 anni, è impiegato come gestore di un ristorante e per diverso tempo non ha resistito all’acquisto di boxer firmati. Si presenta così Curt, un ventiseienne di Bristol, arrivato a gettare nella spazzatura indumenti anche dopo il singolo utilizzo. «Quando ho cominciato a indossare boxer nuovi ogni giorno», spiega al Daily Mail, «mi sono sentito bene. Sono arrivato al punto di non sentirmi a mio agio senza un paio di mutande nuove ogni giorno». Con una spesa di circa 40 sterline alla settimana, però, il giovane ha compreso come questo stile di vita fosse dispendioso e, così, ha rinunciato alla sua singolare abitudine. «Quando i conti sono arrivati ho controllato le mie finanze e ho realizzato come stessi spendendo tutti i miei risparmi in mutande, quindi ho gestito la mia compulsione».

Fonti: Metro, Daily Mail