E’ morto Giacomo Mirabilia, il direttore marketing di Trony, una delle aziende più grosse ed universalmente riconosciute nel mondo della vendita di prodotti elettronici. La cosa più traumatica, però, è il come è avvenuta questa morte: Mirabilia si è infatti suicidato, lanciandosi nel vuoto dal settimo piano di un palazzo della Romanina.

Mirabilia, che era il direttore marketing della holding che gestisce il marchio dei negozi, la Gruppo Edom spa, era il cugino del 47enne Alessandro Febbraretti, amministratore e legale rappresentante della stessa Edom. Quest’ultimo era stato arrestato una settimana fa per fatture false ed evasione di iva, per un totale di dieci milioni di euro in soli due anni. Non ci sono, per ora, indizi che fanno capire il perché del gesto: secondo alcune testimonianze, il Mirabilia attraversava un brutto periodo e aveva anche problemi familiari.

Suicidi a Milano: due morti ed un falso allarme pacco bombaz

Suicidio fai da te: ecco il kit suicidio, la morte corre nella rete e non è un gioco

TV, crisi e suicidi: pericoloso effetto domino