Dal giorno della sua apertura ha avuto un successo davvero esorbitante ma oggi, giorno della chiusura del parco divertimenti creato da Banksy, Dismaland verrà smantellato e l’intera installazione voluta dall’artista di Bristol sarà trasferita a Calais, in Francia, dove migliaia di rifugiati vivono in un campo profughi. I lavori di smantellamento inizieranno lunedì 28 settembre e successivamente tutte le strutture, compreso il maestoso castello di Cenerentola, saranno smontate e il legno e gli infissi saranno portati nel campo profughi di Calais dove, secondo le stime, vivrebbero circa 5mila i siriani, libici ed eritrei.

La notizia è stata riportata anche sul sito ufficiale di Dismaland dove Banksy ha pubblicato un’immagine del campo dei migranti sovrapponendo graficamente il castello del suo parco, rappresentato come se fosse stato devastato da un incendio. Sotto l’immagine ritoccata Banksy ha anche aggiunto una frase in inglese che recita: Coming soon… Dismaland Calais. All the timber and fixtures from Dismaland are being sent to the ‘jungle’ refugee camp near Calais to build shelters. No online tickets will be available” ovvero “Sta arrivando… Dismaland Calais. Tutto il legno e gli infissi di Dismaland saranno inviati al campo rifugiati “jungle” vicino a Calais, per costruire rifugi. Non saranno disponibili biglietti online”.

Un degno finale per un’opera nata come allegoria e parodia dei più importanti parchi di divertimento di tutto il mondo. Il genio di Banksy ha colpito ancora una volta: il parco, aperto il 22 agosto a Weston-super-Mare, nel Somerset, ha visto l’ingresso di migliaia e migliaia di persone che, visitando il parco, hanno registrato un vero e proprio tutto esaurito con circa 4mila ingressi al giorno per un totale di oltre 20 milioni di sterline all’economia locale.