Malato di cancro ed epatite C, a Semen Gendler, 65enne russo, non rimaneva che il trapianto di fegato. Così dopo aver trovato il primo donatore disponibile si è sottoposto all’intervento negli Usa. Il fegato che gli è stato trapiantato, come racconta il Mirror, era di un uomo afroamericano.

Nonostante l’operazione sia andata bene, Semen racconta che dopo qualche giorno ha iniziato a vedersi allo specchio diverso dal solito: “Il mio collega Igor – racconta- si è accorto che avevo il volto più scuro. Ed effettivamente, dopo che me lo ha fatto notare, mi sono reso conto che stavo diventando nero. Forse il motivo è legato al fegato del donatore di colore“.

I medici al momento però non confermano questa tesi che è piuttosto bizzarra. “L’importante – racconta Semen – è che io sia guarito e possa fare una vita normale. Se divento nero non cambia nulla“.

Piccola postilla: Vi abbiamo raccontato questa storia così come la riporta il Mirror ma non nascondiamo di avere dei forti dubbi sulla sua veridicità. Viste le poche fonti, il rischio che si tratti di una notizia-bufala è molto alto.