Dj Fabo è un ragazzo di 40 anni, cieco e tetraplegico che non ne può più di fare questa vita. Il suo sogno è quello di chiedere ed ottenere l’eutanasia: “Durante il viaggio non ha detto nulla, aveva solo fretta di arrivare” ha fatto sapere Marco Cappato che è in Svizzera e che si trovava con lui in auto. Dj Fabo non vuole più aspettare né credere alle promesse dei politici italiani. Così ha scelto di affidarsi ai medici di Dignitas, un’associazione svizzera che aiuta chi vuole morire, ovvero chi chiede l’eutanasia, la cosiddetta “assistenza medica alla morte volontaria”. “Un’assistenza che dovrebbe essere riconosciuta a tutti i cittadini dovunque, invece di condannarli all’esilio della morte” ha dichiarato Marco Cappato, promotore di “EutanaSia legale”.

Dj Fabo è cieco e tetraplegico

I medici svizzeri, adesso, stanno vagliando la sua cartella clinica per capire se effettivamente le volontà di Dj Fabo possano essere soddisfatte.

Dj Fabo chiede da tempo l’eutanasia

Secondo la legge svizzera, dunque, possono chiedere l’eutanasia solo coloro che sono affetti da malattie terminali o che causano dolori insopportabili. Superata la prima visita, toccherà sottoporsi ad un secondo controllo: a quel punto saranno necessarie due attestazioni di volontà prima che i medici dicano di sì a Dj Fabo il quale, fino all’ultimo, è libero di cambiare idea.

Dj Fabo potrà morire bevendo una sostanza che lo addormenterà fino a cagionarne il suo decesso.