Grazie al decreto Franceschini, quella di dopodomani sarà la seconda domenica ad ingresso gratuito per circa 420 musei e luoghi della cultura statale.

Istituita con un decreto ministeriale, insieme con i venerdì ad orario prolungato e le notti bianche, la giornata a porte aperte ha debuttato lo scorso 6 luglio, facendo registrare oltre 12 mila presenze a Pompei, 13 mila in mezza giornata per il Colosseo, oltre 2000 all’Archeologico di Napoli, 2 mila a Castel Sant’Angelo, 1.250 alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma e 1.520 per gli Scavi di Ercolano. Bene anche i musei più piccoli.

Una bellissima giornata di festa” aveva commentato soddisfatto Franceschini. Inaugurata proprio a luglio la rivoluzione del piano tariffario dei musei: gratis solo sotto i 18 anni e a pagamento per tutti sopra i 25 anni, ridotti dai 18 ai 25. Ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese e “due notti dei musei a un euro nel corso dell’anno“, oltre a “un’apertura serale fino alle 22 dei grandi musei ogni venerdì“, compreso il Colosseo.

L’obiettivo “è valorizzare il grande patrimonio artistico italiano” precisa il ministro, che punta a coinvolgere i turisti, facendo in modo che all’estero si parli sempre di più delle meraviglie italiane, ma guarda anche al pubblico locale: “Con i turisti – dice – ci aspettiamo tanti italiani attratti dalla novità e convinti a scoprire magari il museo sotto casa”.

Per scoprire tutti i monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini visitabili gratuitamente visitare il sito del Mibact

photo credit: vgm8383 via photopin cc