Per il magazine americano Time non ci sono dubbi: la persona più significativa di questo 2016 è stata Donald Trump, che meno di un mese fa è stato eletto nuovo Presidente degli Stati Uniti. Donald Trump è arrivato a rivestire il ruolo di persona più potente al mondo contro tutte le previsioni: quasi nessuno avrebbe puntato neppure sul suo passaggio alle primarie eppure il miliardario ha saputo conquistare, passo dopo passo, l’elettorato americano, diventando il candidato repubblicano su cui puntare prima e Presidente Usa poi.

La lunga ed estenuante campagna elettorale contro l’avversaria democratica, Hillary Clinton, si è quindi conclusa a suo favore, dopo una serie di colpi bassi e toni accesi da entrambe le parti. Donald Trump ha vinto in quasi tutti gli Stati americani che contano e a gennaio si prepara per entrare ufficialmente alla Casa Bianca, prendendo il posto di Barack Obama, che lascia dopo due mandati.

E se Donald Trump è stata la persona più rappresentativa e di spicco di questo 2016 secondo Time, c’è da scommetterci che lo sarà ancor di più per il nuovo anno che sta ormai per arrivare. Il 2017 sarà il suo primo anno da Presidente degli Stati Uniti e per lui sarà cruciale e determinante. La curiosità attorno a lui è davvero molta: al contrario della Clinton, ad esempio, Donald Trump si è sempre occupato di imprenditoria e mai di politica ma questo non sembra aver preoccupato troppo i milioni di americani che l’hanno votato e che hanno puntato tutto su di lui.

Donald Trump ha conquistato dunque il titolo di persona dell’anno secondo Time (il 2015 era stato tutto della Cancelliera tedesca Angela Merkel) e l’ha fatto battendo candidati quali Vladimir Putin, Hillary Clinton, Mark Zuckerberg, Nigel Farage oppure il premier indiano Narendra Modi. E la copertina del Time, ovviamente, è tutta sua!