Donald Trump è vicino alla vittoria, avendo “asfaltato” Hillary Clinton (che ha chiamato il suo rivale pochi minuti fa: “Ti concedo la vittoria”), data per vincitrice fino a poche ore fa. Le operazioni di voto sulla West Cost sono ancora in corso mentre sono già arrivati i risultati della costa orientale e di molti Stati del Midwest. Trump, dunque, ha conquistato i 270 grandi elettorali che gli hanno consentito di diventare ufficialmente il Presidente degli Stati Uniti d’America.

Allo stato attuale Donald Trump - secondo Washington Post - si sarebbe aggiudicato 276 grandi elettori contro i 218 di Hillary Clinton. Per diventare Presidente degli Stati Uniti ne bastavano “solo” 270.

Donald Trump “asfalta” Hillary Clinton

Donald Trump ha vinto in Pennsylvania; a lui anche l’Alaska, la Georgia (16 grandi elettori), il North Carolina (15 grandi elettori), l’Idaho e la Florida con i suoi 29 grandi elettori. La Clinton, invece, si è aggiudicata il Maine (4 grandi elettori), il Nevada (6 grandi elettori), Washington, Virginia, California, Hawaii e Oregon (7 grandi elettori) . Il tycoon di New York, nello specifico, ha ottenuto oltre un milione di consensi in più rispetto alla sua rivale, lo riferisce la Cnn.

“E’ una grande notte per l’America” ha detto Curtis Ellis, consigliere di Donald Trump. “L’America resterà il più grande Paese del mondo, non importa cosa accadrà [...] Sono state elezioni stressanti” è il commento dell’ex presidente Barack Obama. Hillary Clinton – hanno fatto sapere i suoi collaboratori più stretti – non parlerà coi cronisti nelle prossime ore; si attende invece il discorso di Donald Trump.