Non si placano le polemiche sul festival della carne di cane di Yulin, in Cina, dove ogni anno si ripete la manifestazione in occasione del solstizio d’estate. Dai mercati della cittadina arriva la storia di Yang Xiaoyun, una donna di 65 anni, pronta ad acquistare 100 cani pur di strapparli al macello. La vicenda ha immediatamente conquistato le attenzioni delle principali testate mondiali, nonché ha acquisito una certo piglio virale sui social network.

Lo scorso sabato la donna, un’insegnante in pensione, si è recata sui mercati di Yulin per acquistare oltre 100 cani destinati al festival della carne, spendendo all’incirca 1.100 dollari. Gli animali, secondo quanto riportato dalle fonti locali, saranno quindi trasferiti a circa duecento chilometri di distanza, nella cittadina di Tianjin, dove verranno accuditi in una grande tenuta a disposizione della donna.

Ogni anno circa 10.000 cani vengono uccisi per il tradizionale evento di Yulin: spesso si tratta di esemplari provenienti dal randagismo, oppure rubati da giardini e abitazioni, costretti a giorni di stenti in gabbie anguste, quindi mandati al macello sia per la rivendita della carne sul mercato locale che la consegna ai ristoranti. Molte associazioni internazionali, e personaggi del mondo dello spettacolo come Ricky Gervais, hanno manifestato il loro dissenso per questa usanza, chiedendone l’abolizione al governo locale.

https://twitter.com/UAE_BARQ_EN/status/613232689391382532

Fonte: Huffington Post