Una donna tedesca di 65 anni, Annegret Raunigk, ha già tredici figli e sette nipoti (ossia è già nonna) ma nonostante questo ha deciso di sottoporsi a inseminazione artificiale e di portare avanti la super gravidanza che è scaturita dal trattamento. La donna, infatti, aspetta altri quattro gemelli ed è fermamente convinta di portare avanti la gestazione, nonostante i tredici figli già avuti in passato e, soprattutto, nonostante l’età avanzata.

Una storia che sta facendo discutere molto l’opinione pubblica tedesca e che sta facendo scatenare le polemiche. A far indignare i più, sarebbe stata anche la motivazione alla base della scelta della donna di far ricorso all’inseminazione artificiale: voler accontentare il desiderio della figlia più piccola, di nove anni, di avere un fratello o una sorella minore. Il desiderio della piccola è stato accontentato alla grande perché i quattro ovuli che sono stati impiantati nella donna sono stati tutti fecondati e ora avrà ben quattro fratelli minori.

La signora Annegret ha dichiarato che la notizia è stata un vero e proprio choc per lei ma che, nonostante tutto, sia fermamente convinta di voler proseguire la gravidanza e di diventare nuovamente mamma di altri quattro figli. La donna ha anche dichiarato di non essere affatto preoccupata perché è in buona salute e sulle critiche risponde così: “Penso che sia qualcosa che ognuno deve decidere per se stesso, senza farsi influenzare troppo dagli altri“.