Si è conclusa con un lieto fine la vicenda di una donna e dei suoi tre figli che si sono ritrovati all’improvviso senza un tetto e senza cibo. L’episodio è avvenuto a Cosenza, in Calabria. La sfortunata trentenne, originaria della Romania, dopo essere stata abbandonata dal marito, che non provvedeva neanche al sostentamento dei loro tre figli, aveva deciso di tentare la fortuna in Italia, recandosi da alcuni parenti con la speranza di ricevere aiuto per superare questo momento difficile della sua vita.

Purtroppo dopo essere stata ospitata alcuni giorni in casa di alcuni parenti che vivono nel capoluogo calabrese la donna è stata sbattuta senza scrupoli in mezzo a una strada. I parenti le hanno infatti intimato di andarsene perché non erano in grado di mantenere lei e i suoi tre figli ancora a lungo.

La donna, che in città non conosceva nessun altro a cui chiedere aiuto, ha deciso di cercare riparo con i tre bambini sotto un ponte per difendersi almeno dalle intemperie.  I quattro membri della sfortunata famiglia, tra cui un neonato, sono stati notati sotto i portici di Via Pasubio da alcuni passanti, che hanno contattato la Polizia. Sul posto si sono recati gli agenti  del Reparto Volanti e del Reparto Prevenzione Crimine della Questura.

La donna, preoccupata per la sorte dei suoi bambini di 3, 2 anni e 2 mesi di vita, ha raccontato le sue vicissitudini ai poliziotti che le hanno subito cercato un’altra sistemazione.  A quell’ora della sera tutti i tentativi purtroppo si sono rivelati infruttuosi perciò il Questore di Cosenza Luigi Liguori ha deciso di pagare l’albergo alla famiglia prenotando loro una stanza in una struttura cittadina.

Un gesto coraggioso che ha commosso l’opinione pubblica locale. L’episodio è stato riportato anche dalla stampa nazionale. Il giorno seguente finalmente la famiglia ha trovato un alloggio più stabile. I quattro sono stati accolti da un istituto religioso del cosentino che si occupa di famiglie senza tetto.