Una donna di 49 anni è stata uccisa a Dragoni, nel Casertano, da tre colpi d’arma da fuoco al torace. A freddarla, secondo i carabinieri, sarebbe stato il nuovo compagno di 61 anni. Un omicidio che si è verificato in strada, in una piazza che si trova a pochi passi dalla casa della vittima. L’arma del delitto è già stata sequestrata.

Donna era stata accoltellata nel 2016

La donna, tra l’altro, nel 2016 era scampata alla furia del marito che aveva tentato di accoltellarla. L’uomo, in quel caso, finì in carcere.

Donna uccisa a Bari: trovata con la testa in un sacchetto di plastica

Una 48enne di Bari, invece, è stata uccisa nel suo appartamento presumibilmente dal compagno che è già stato sottoposto a fermo al termine di un lungo interrogatorio con gli inquirenti chiamati a far luce sul tragico accaduto. Il corpo della donna è stato trovato con la testa infilata in un sacchetto di plastica.

Si tratta del secondo femminicidio in una settimana a Bari: lunedì scorso, infatti, era stata uccisa dal compagno una polacca di 30 anni perché “non aveva lavato i piatti”. “La minacciava di morte col coltello qualora l’avesse denunciato” ha raccontato agli inquirenti la madre della vittima. Insomma, un’escalation di violenza che sembra non avere fine.