Un possibile caso di malasanità è al momento al vaglio degli inquirenti. È stata aperta un’inchiesta per omicidio colposo per fare luce sul caso di una donna incinta morta nove ore dopo essere stata dimessa dalla clinica San Pio X di Milano.

La notizia è stata riportata dal Corriere della Sera, che ha rivissuto gli eventi della drammatica vicenda. Secondo quanto riporta la cronaca di Milano del quotidiano il marito della donna, una quarantenne di nazionalità italiana, ha chiamato l’ambulanza alle ore 4:57 del mattino del 17 ottobre scorso. La donna, già madre di un bambino di quattro anni, si trovava alla 35esima settimana di gravidanza.

L’ambulanza prontamente arriva e vengono effettuate le manovre per cercare di rianimare la donna incinta, che si trovava in arresto cardiocircolatorio. Quando sette minuti dopo arriva all’ospedale Niguarda di Milano non c’è già più nulla da fare. I medici cercano di effettuare un cesareo d’emergenza per salvare il bambino, ma anche in questo caso tutto è vano. Il decesso per la madre e per il bimbo viene constatato alle sei del mattino.

Il doppio decesso è avvenuto a poche ore di distanza da quando la donna incinta era stata dimessa dalla clinica privata San Pio X, dove si era recata alle sette della sera precedente. La donna aveva lamentato dei dolori addominali e nella clinica è stata sottoposta ad alcuni esami, dai quali sembra non sia stato riscontrato alcun problema che potesse portare a un suo ricovero nella struttura, dove era già in cura e dove aveva anche avuto un precedente parto cesareo. A questo punto la donna incinta viene dimessa con la raccomandazione di presentarsi in ospedale nel caso accusi nuovi dolori.

Il giorno dopo la donna ha però perso la vita, insieme al bimbo che portava in grembo, e adesso si cerca di fare chiarezza su quanto è accaduto, per capire se vi possano essere delle responsabilità da parte del personale della clinica che l’aveva dimessa. La Procura di Milano ha così aperto un fascicolo per omicidio colposo e aborto colposo a carico della San Pio X.