Una donna peruviana di 64 anni è morta nella giornata di ieri nei pressi della stazione di Melegnano, in provincia di Milano: a provocarne il trapasso un treno che l’ha travolta mentre tentava di attraversare i binari insieme alla figlia e al nipote.

La vittima aveva infatti scelto di non prendere il sottopasso per poter raggiungere in tempo la banchina dalla quale stava partendo il treno che l’avrebbe portata a Milano, dove avrebbe dovuto prendere la coincidenza per Parma, dove l’attendevano dei famigliari: proprio in quegli attimi è però sopraggiunto un treno regionale che l’ha investita.

La figlia, una donna di 32 anni, ha raccontato che le due erano ritardo per ricongiungersi con altri parenti che le attendevano alla pensilina. Per affrettarsi hanno calcolato male i tempi rispetto al treno che avevano visto sopraggiungere: lei è riuscita a fare un passo indietro dopo essersi accorto che non avrebbe potuto precedere il treno, mentre la madre è inciampata e, spaventata dal rumore, non è riuscita a indietreggiare.

Sul posto è intervenuta un’ambulanza della Croce Bianca e un’automedica, ma il personale sanitario non ha potuto fare nulla per la donna di 64 anni, uccisa sul colpo. La circolazione ferroviaria è stata sospesa tra Melegano e Tavazzano per circa due ore a partire dalle 6.15 della mattina, con forti ritardi, cancellazioni e deviazioni di percorso.