È giallo a Lodi dove è stato trovato il corpo di una 35enne all’interno della piscina di casa: aveva ancora il costume da bagno addosso e, stando alle prime informazioni trapelate, sul corpo non sarebbero stati trovati segni di violenza. Si indaga a 360° gradi e non si esclude nemmeno l’omicidio. La giovane era una donna di origini nigeriane rivenuta domenica mattina dalla domestica di casa che ha fatto la macabra scoperta. A far luce su questa vicenda sarà l’autopsia anche se la pista privilegiata potrebbe essere quella della caduta accidentale in piscina. Adesso la Procura della Repubblica diretta da Domenico Chiaro vuole vederci chiaro e non lasciare nulla al caso.

Nelle prossime ore verrà interrogato l’uomo con cui la giovane conviveva da ben 8 anni. Lui, infatti, al momento della tragedia si sarebbe trovato in barca per un weekend mentre lei sarebbe rimasta da sola a casa poiché lunedì mattina avrebbe dovuto sostenere un esame per diventare operatrice socio-sanitaria. Esame a cui non è mai andata visto che alcune ore prima è stata trovata morta dalla domestica che ha immediatamente avvertito i carabinieri.

Gli inquirenti vogliono togliersi ogni dubbio: per questo non si può escludere nessuna pista, nemmeno quella dell’omicidio.