Big G. non poteva non celebrare con un video suggestivo Saul Bass, uno se non il più grande designer e pubblicitario statunitense che oggi avrebbe compiuto 93 anni.

Scomparso nel 1996, ha lavorato con i più grandi registi tra cui Alfred Hitchcock, Billy Wilder, Stanley Kubrick e Martin Scorsese. Una carriera lunga 40 anni, celebrata nella home del motore di ricerca con un video dove sono rappresentati i suoi lavori più famosi: titoli di film, locandine e loghi aziendali.

Nato in una famiglia di immigrati nel Bronx di New York, come lo ricorda Wikipedia: “Si dedicò a realizzare loghi e immagini coordinate per numerose celebri aziende, ma soprattutto viene ricordato come l’uomo che ha fatto diventare le sequenze introduttive dei film una forma d’arte.”

Iniziò a lavorare nel 1940, la svolta nella sua carriera quando nel 1954 venne assunto da Otto Preminger per creare una sequenza di titoli innovativi per i titoli di coda del film Carmen Jones, fatta usando la tecnica animata. Fino al 1950 il metodo normale per i film era di presentare nomi e titoli su schede, o con un fondale immobile.

Dal 1954 rivoluzionò il mondo del cinema e nel 1955 la consacrazione con L’uomo dal braccio d’oro portando l’approccio di corporate identity di moderna pubblicità cinematografica. Bass in seguito ha lavorato per Alfred Hitchcock in Intrigo internazionale e Psycho. Dopo una pausa nel 1960, è ritornato nel 1970.

“Nel 1974 Bass passa dietro la macchina da presa e dirige Fase IV: distruzione Terra (1974), un film di fantascienza che, per quanto acclamato dalla critica, non riscuote molto successo. A causa del flop del film Bass si dedicherà con maggior vigore in quel periodo al design grafico commerciale, realizzando varie brand images fra cui quelle di At&T, Minolta, United Airlines e Bell. Dopo un periodo di pausa, Bass realizza le sequenze introduttive di Dentro la notizia (1987) e Big (1988), per poi instaurare un sodalizio professionale con Martin Scorsese, che gli commissionerà i titoli di testa di Quei bravi ragazzi (1990), L’età dell’innocenza (1993) e Casinò (1995), oltre che il poster per Cape Fear – Il promontorio della paura (1991). Saul Bass ha collaborato anche con Steven Spielberg (poster di Schindler’s List, 1993) e ha realizzato i poster pubblicitari per le cerimonie degli Oscar dal 1991 al 1996, anno in cui morirà.”