Ha 53 anni la dottoressa che è stata uccisa a coltellate davanti al piazzale dell’ospedale in cui lavorava. Un fatto accaduto a Teramo, presso il nosocomio Val Vibrata di Sant’Omero, ai danni di un’oncologa che è stata trovata per terra tra due auto: a dare l’allarme un dipendente dell’ospedale che ha fatto la macabra scoperta. La vittima sarebbe stata accoltellata alla gola e al petto da un uomo che, poi, sarebbe fuggito a bordo di un’auto, forse una Peugeot 205 di colore bianco. Per la 53enne non c’è stato niente da fare: inutile il tentativo disperato dei sanitari di salvarla.

Accoltellata dall’uomo che la perseguitava

Adesso è caccia all’aggressore: un uomo che sarebbe fuggito a bordo di un’auto e che potrebbe essere lo stesso che la perseguitava da mesi. L’oncologa, infatti, aveva già presentato due denunce. La vittima aveva due figli di 11 e 16 anni ed era separata dal marito.

Accoltellata alla gola e al petto

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Alba Adriatica oltre al Reparto operativo del Comando provinciale di Teramo. “Abbiamo idea di chi possa essere l’omicida e lo stiamo cercando. Si tratta probabilmente di una persona che dava fastidio alla vittima ha riferito un investigatore all’Ansa confermando che ad ucciderla potrebbe essere stato lo stalker.