E’ morto Michele Scarponi (37 anni) in un incidente stradale mentre si stava allenando alle porte di Filottrano, ad Ancona, paese in cui è nato. A confermare la notizia è il presidente della Federciclismo, Renato Di Rocco, all’Ansa.

Michele Scarponi, incidente avvenuto alle 8 del mattino

Da una prima ricostruzione dei fatti, Michele Scarponi sarebbe rimasto ucciso da un furgone che non si sarebbe fermato ad un incrocio, in via dell’Industria, intorno alle 8, a Filottrano. Il conducente del mezzo pare non abbia visto proprio il ciclista.

Immediato l’intervento dei soccorritori ma per Scarponi non c’era più niente da fare: l’anestesista rianimatore non ha potuto far altro che constatare il suo decesso.

Michele Scarponi lascia moglie e due figli

Scarponi – che aveva vinto il Giro d’Italia 2011 – lascia una moglie e due figli gemelli. Era un uomo sorridente e molto stimato nel mondo del ciclismo: spesso, ad esempio, iniziava gli allenamenti portandosi dietro il suo pappagallo Frankie.

Scarponi aveva vinto qualche giorno fa il Tour of the Alps

L’ultimo successo di Michele Scarponi risale a pochissimi giorni fa quando ha vinto la prima tappa del Tour of the Alps, ovvero la competizione ciclistica transfrontaliera nata quest’anno dal Giro del Trentino, disputata in Austria da Kufstein a Innsbruck.