Tra la notte di venerdì e quella di sabato, alle ore ore 3:30 locali, è scoppiato un violento incendio all’interno di un grattacielo residenziale di Dubai. Le fiamme sono divampate ai piani superiori dell’edificio e si sono poi estese al resto dello stabile. Da quanto risulta dalle prime informazioni, fortunatamente non si sarebbero state vittime né feriti, anche se almeno un migliaio di persone sarebbero state evacuate.

Il grattacielo andato a fuoco a Dubai è uno dei più alti di tutta la città. Si estende infatti per 336 metri e conta ben settantanove piani: di questi almeno venti sarebbero stati colpiti dalla devastazione dell’incendio, dato che lo stesso si sarebbe propagato dal cinquantunesimo piano e sarebbe stato alimentato anche a causa del forte vento. Oltre il danno anche la beffa verrebbe da pensare: già perché il grattacielo si chiama Torch Tower, “Torre Torcia”, un nome piuttosto profetico considerato a posteriori.

L’incendio avvenuto all’interno della Torch Tower di Dubai è stato ripreso e fotografato da tantissime persone presenti sul luogo del fatto: sono stati tantissimi i video e le foto postate su Twitter (qui sotto è possibile vedere un video dell’incendio). E mentre le immagini del grattacielo in fiamme hanno fatto il giro del mondo, non sono state ancora scoperte le cause che hanno fatto sviluppare le fiamme. Alcuni testimoni avrebbero riferito che l’allarme antincendio sarebbe scattato alle ore 2:05 e che fosse stato l’ultimo di una serie di falsi allarme scattati nell’ultima settimana. Probabilmente molti dei residenti all’interno della Torch Tower avevano pensato che anche l’allarme scattato nella notte tra venerdì e sabato si trattasse di un nulla di fatto.

Altri testimoni, che hanno effettuato anche riprese video dell’incendio, avrebbero invece riferito che parti del grattacielo si stanno staccando e che le stesse starebbero crollando. Alcuni hanno addirittura paragonato l’incendio avvenuto all’interno della Torch Tower di Dubai all’incidente capitato al transatlantico Titanic.