Paura all’aeroporto di Dubai, dove un Boeing 777 della Emirates proveniente da Trivandrum (India) ha preso fuoco in fase di atterraggio. Le 282 persone a bordo sono state tratte in salvo, così come comunicato dalla compagnia.

Sembra che il problema sia stato derivato dal cedimento del carrello, che ha provocato l’incendio del motore destro, mentre il sinistro non ha subito danni. La Emirates ha specificato che è comunque troppo presto per dare una risposta certa alle cause dell’incidente.

L’episodio è avvenuto alle 12.45 locali (le 10.45 in Italia). “Nessuna delle 282 persone a bordo, di cui 18 membri dell’equipaggio, è rimasta ferita”, ha riferito la Emirates. A bordo c’erano 226 indiani, 24 cittadini britannici, 11 persone degli Emirati Arabi, 6 americani, 6 sauditi, 5 turchi e 4 irlandesi. A bordo anche due australiani, due brasiliani, due thailandesi, due cittadini della Malesia, un croato, un egiziano, un bosniaco, un libanese, un filippino, un sudafricano uno svizzero e un tunisino.

L’aeroporto di Dubai è rimasto temporaneamente chiuso. Le immagini che seguono mostra l’altissima colonna di fumo provocata dall’incendio.