Tragedia in Piemonte, e più precisamente a San Maurizio d’Opaglio, in provincia di Novara: sono infatti annegati due bambini di 12 e 10 anni nel tentativo di recuperare il pallone finito sullo specchio d’acqua del lago d’Orta.

Il triste evento è avvenuto nel tardo pomeriggio di domenica 25 giugno: i due cugini di origine senegalese, residenti a Cusio, stavano infatti giocando nelle vicinanze della riva, quando il pallone è finito per errore in acqua.

Fallou e Aliou, questo il nome dei due bambini, si erano infatti allontanati dalle famiglie, nel frattempo riunite in una casa a San Maurizio d’Opaglio per festeggiare il Ramadan.

I due infatti volevano giocare in spiaggia, ma nel loro tentativo di recuperare il pallone si sono spinti troppo al largo, arrivando a un punto in cui l’acqua si è rivelata troppo profonda per la loro giovane età.

A dare immediatamente l’allarme un gruppo di bambini presente in spiaggia, che ha assistito alla scena. Inutile il tentativo di soccorso operato da un bagnante che, in barca sul lago, si è gettato in acqua: purtroppo questi è riuscito a recuperare solo il corpo di un bambino, ormai senza vita.

In attesa dell’ambulanza si è tentato di rianimarlo, ma tutti i tentativi sono stati vani. Sul posto sono arrivati il 118, i vigili del fuoco e i sommozzatori, che intorno alle 19 hanno ritrovato il cadavere del secondo bambino.

I carabinieri stanno indagando sulla dinamica della tragedia, che colpisce un paese in cui le famiglie dei bambini si erano integrate nella grande comunità senegalese di Cusio.