La varietà Earl Grey costituisce una delle miscele di tè più famose al mondo. Il suo nome deriva dal conte inglese Charles Grey  (da earl = “conte”), Primo ministro del Regno Unito dal 1830 al 1834, il quale, narra la leggenda, ricevuto in dono del tè all’ olio di Bergamotto, se ne appassionò talmente tanto da diffonderne l’ uso tra i connazionali.

Le origini dell’ Earl Grey non sono del tutto chiare e si perdono in numerose leggende circa il Conte Grey, vari viaggi diplomatici e il dono di una ricetta segreta da parte di un Mandarino Cinese. Pare tuttavia che questa varietà sia nata in Inghilterra intorno al 1820, come versione più economica dei pregiati Tè aromatici cinesi, ai quali si ispira. Sebbene oggi ne esistano versioni a base di tè Verde, tè Bianco, tè Oolong o Roibos, l’ Earl Grey nasce da una miscela di tè neri (cinesi e indiani), aromatizzati con l’ olio estratto dalla scorza del bergamotto. Commercializzato dalla Twinings, a cui il primo ministro inglese si rivolse per produrre a livello industriale la preziosa miscela, oggi l’ Earl Grey è uno dei tè inglesi più conosciuti e diffusi al mondo, apprezzato soprattutto per la prima colazione, ma anche per le spiccate qualità antiossidanti.