Almeno quindici morti e oltre cento feriti. E’ questo il bilancio, ancora provvisorio, dell’assalto avvenuto all’alba da parte della polizia al campo dove ancora erano presenti alcuni sostenitori dell’ex presidente, Mohammed Morsi. La polizia ha dunque avviato lo sgombero, violento, dei sit-in dei manifestanti favorevoli al deposto presidente.

Dopo le prime avvisaglie di ieri, stamattina è scoppiato il caos a Il Cairocapitale dell’Egitto. La polizia egiziana ha prima lanciato dei lacrimogeni e poi fatto irruzione nelle tendopoli di piazza al-Nahda, un quartiere orientale della nuova Cairo, e in quella di piazza Rabaa al-Adawiyah, periferia a nord di Nasser City.

Secondo quanto ha riferito Al-Jazeera, è in questa seconda invasione che ci sarebbero state il maggior numero di vittime. I Fratelli Musulmani hanno denunciato che la polizia egiziana ha ucciso ben 30 persone.