Giulio Regeni, studente italiano 28enne, è scomparso al Cairo in Egitto e dal 25 gennaio non si hanno più notizie: la Farnesina ha aperto la crisi. Il ragazzo è originario della provincia di Udine precisamente viveva a Fiumicello nella bassa friulana. Secondo quando riportano alcuni organi di stampa pare che la famiglia sia partita mercoledì alla volta per il Cairo alla ricerca del ragazzo.

Giulio da qualche anno studiava all’estero ed era in Egitto per un dottorato di ricerca. Negli anni 2012 e 2013 ha vinto il concorso internazionale “Europa e giovani” promosso dall’Istituto regionale per gli studi europei con progetti che riguardavano il Medio Oriente.

In una nota il Ministero degli Esteri esprime l’attenzione al caso: “L’Ambasciata d’Italia al Cairo e la Farnesina stanno seguendo con la massima attenzione e preoccupazione la vicenda di Giulio Regeni, studente italiano di 28 anni sparito misteriosamente la sera del 25 gennaio nel centro della capitale egiziana.

Il Ministro degli Affari Esteri Paolo Gentiloni ha avuto poco fa un colloquio telefonico con il suo omologo egiziano Sameh Shoukry, al quale ha richiesto con decisione il massimo impegno per rintracciare il connazionale e per fornire ogni possibile informazione sulla sue condizioni.

L’Ambasciata al Cairo, sin dalle prime ore dalla sparizione, ha subito attivato canali di comunicazione diretta e una stretta attività di coordinamento con tutte le competenti Autorità egiziane, ed è in attesa di ricevere elementi sulla dinamica della sparizione. Ambasciata e Farnesina sono anche in stretto contatto con i genitori di Giulio.”