Dopo l’intossicazione alimentare di quasi ottanta bambini è stata immediatamente sospesa la refezione scolastica erogata dalla ditta Sirio nell’istituto Montale di Napoli.

I fatti risalgono al 16 maggio quando alla dirigente della scuola è stato comunicato che tantissimi piccoli alunni, oltre ad alcune maestre e bidelle, erano stati colpiti in massa da vomito e diarrea. Una volta segnalato l’accaduto all’Asl Napoli 1 Centro, sono stati prelevati dei campioni dei pasti erogati in mensa e, in attesa di risultati scientifici, è stata prontamente sospesa la refezione sia al Montale che alla Kennedy, un’altra scuola che collaborava con la stessa ditta per garantire il pranzo ai bambini. Ad un mese di distanza dai contagi, il risultato delle analisi effettuate sul cibo risalente specificatamente al 9 maggio è davvero sconvolgente: nei campioni di brasato di manzo è stata rilevata una elevata carica batterica di bacillus cereus e di colibatteri che ha provocato la tossinfezione nei bambini con vomito e diarrea. Testata scientificamente la responsabilità della ditta, sono scattate ovviamente le operazioni di revoca del contratto che la Sirio aveva con decine di scuole sia comunali che statali. Per il momento le mense scolastiche in questione sono state necessariamente sospese e molti istituti si sono adeguati o autorizzando il pasto domestico o cancellando il tempo pieno.