Pronta, immediata. E’ la replica di Silvio Berlusconi ai suoi oppositori politici. L’acquisto di Mario Balotelli da parte del Milan è un argomento troppo ghiotto per l’ex Premier per non gonfiarsi il petto. E per Bersani, Monti & co. per criticarlo. La battuta più graffiante, però, è quella del leader Pdl, che promette il taglio delle tasse e lancia il suo, di SuperMario.

Ai microfoni del Tg3, Berlusconi non ha dubbi: “L’unica cosa di positivo che ho pensato è che Balotelli ha segnato due gol e ha fatto piangere i tedeschi, mentre l’altro Mario, Monti, ha segnato due gol con l’Imu e il redditometro e ha fatto piangere tutti gli italiani”. Ennesima intervista televisiva ed ennesima stoccata al leader del centro, che gli rinfacciava i 20 milioni di euro utilizzati per l’acquisto di Balotelli come manovra elettorale: “Non è stato un investimento della campagna elettorale. Ma un investimento della parte tecnica della società”, ha concluso Berlusconi.

Poi prosegue a ruota libera nella sua campagna elettorale: “Spero di non avere più tra le ruote Casini e Fini, che impedirono sempre una serie di misure. Quindi gli italiani non diano il voto ai vari partitini, Casini, Fini, Monti”. Intanto si gode il suo SuperMario: che sicuramente avrà un seguito importante, molto importante…